La bolletta del gas cresce del +22,4% per i consumi di aprile

Secondo quanto comunicato da ARERA, nonostante un lieve calo delle quotazioni gas, la bolletta ad aprile cresce del +22,4%. Il Governo ha rotto le righe troppo in fretta riducendo le misure di sostegno agli utenti.  I dati di Arera confermano che l’emergenza energia non è ancora conclusa nel nostro paese

Dopo 3 mesi di riduzioni, la bolletta gas torna a crescere per la famiglia tipo in tutela, per i consumi di aprile, segnando un +22,4% (235 euro in più su base annua rispetto a marzo) nonostante un lieve calo delle quotazioni del gas. 

L’incremento come spiega Arera è  dovuto principalmente alla riduzione, prevista dal recente decreto bollette (DL 34/2023), della componente di sconto UG2, utilizzata nell’ultimo anno a beneficio dei consumatori per compensare gli aumenti.

Nel dettaglio, l’aumento complessivo per l’utente tipo, per i consumi del mese di aprile rispetto al mese precedente, è determinato da un leggero calo della spesa per la materia gas naturale, – 3,1%, da un calo della tariffa legata alla spesa per il trasporto e la misura, – 4,0%, controbilanciato pero’ dall’aumento degli oneri generali per la parte legata all’UG2, +29,5%.

Si determina così il +22,4% finale per la famiglia tipo. Senza la reintroduzione degli oneri la bolletta sarebbe calata del 7%.

A riscaldamenti spenti  l’aumento sarà percepito meno ma  la riduzione degli sconti da parte del Governo si sta rivelando intempestiva, il rialzo delle bollette avrà effetti diretti  sul tasso di inflazione, già oggi a livelli elevati. Ridurre gli sconti sugli oneri di sistema in un momento di grande incertezza sul fronte energetico, mentre l’inflazione continua ad essere elevata con erosione costante del potere d’acquisto, rappresenta un ulteriore aggravio di spesa di cui le famiglie avrebbero fatto volentieri a meno.

Si rende necessario avviare un serio confronto che miri ad assicurare un assetto stabile al sistema regolatorio del mercato al fine di tutelare i consumatori anche  per affrontare la riforma generale della tassazione su energia e gas.

Servono misure misure adeguate a sostegno delle famiglie in maggiore difficoltà economica prevedendo una garanzia per la rateizzazione lunga delle bollette, nonché un Fondo contro la povertà energetica.

Potrebbe piacerti anche

Archivi

Categorie

Altri post simili